Beatrice von Babel è un collettivo di artisti internazionali che ha scelto un nome immaginario di donna, che si materializza a Venezia per la prima volta come un unico organismo, articolato e democratico. Beatrice von Babel è insieme un network, una piattaforma e un’entità singola che vive in simbiosi e si esprime attraverso differenti media, dalla pittura all’architettura, dalla musica alla poesia, dalla danza alla scultura, opponendosi a ogni forma di protagonismo. Nata idealmente all’epoca di Dante, il suo nome allude ambiguamente all’inestricabile complessità della nostra condizione presente, a un passo dalla catastrofe, ma anche alla possibilità di trovare una guida che indichi una via da percorrere, grazie al contributo di ciascuno.